Istituzione Sportello di Conciliazione
(Delibera di CdA del soppresso ATO Umbria 2 n. 8 del 22 marzo 2006)

Il Soppresso AATO UMBRIA 2, l’Autorità di Ambito operante nel territorio della Provincia di Terni, ha istituito una CONSULTA delle associazioni dei Consumatori con il compito di:
· Definire parametri di valutazione per il controllo delle politiche tariffarie praticate, anche eventualmente a supporto degli organi decisionali in materia di fissazione delle tariffe e loro adeguamenti;
· Individuare e correggere situazioni di criticità e di irregolarità nelle funzioni del servizio;
· Individuare modelli organizzativi ottimali dei servizi anche per valutarne la economicità e l’efficienza a fronte dei servizi resi;

Accanto all’attività consultiva delle associazioni dei consumatori, ha istituito anche uno SPORTELLO DI CONCILIAZIONE, sul modello di quanto previsto dalla legge n.281/1998 in cui la Commissione di Conciliazione prevede la presenza del Difensore Civico quale soggetto deputato dall’amministrazione Provinciale nella sua qualità di Mediatore dei processi contenziosi che si presentassero durante il normale iter gestionale.

Protocollo d'Intesa - Istituzione della Consulta Permanente dei Consumatori

CHE COS’E’ LA CONCILIAZIONE

La Conciliazione, così come prevista anche in molte altre realtà societarie che si occupano di servizi all’utenza, è una procedura che nasce proprio dalla collaborazione tra il soppresso ATO UMBRIA 2 , S.I.I. SCPA e le associazioni dei Consumatori per risolvere in modo semplice, veloce e gratuito eventuali controversie relative al servizio idrico.

Nella carta dei Servizi predisposta dal Servizio Idrico Integrato sono fissati, in modo chiaro e trasparente, gli standard di qualità che il S.I.I. si impegna a rispettare ed assicurare le modalità per presentare un reclamo e la casisitica degli eventuali rimborsi.

In tale aspetto si inserisce la CONCILIAZIONE che può essere richiesta solo successivamente al reclamo, in caso di risposta che l’utente consideri insoddisfacente o in caso di mancata risposta nei termini previsti dalla Carta dei servizi.

Tale iniziativa si pone quindi in linea con le indicazioni della Commissione Europea in materia di tutela del Consumatore ed ha il preciso scopo di evitare il ricorso alle vie legali, con conseguente aggravio per le parti, tentando appunto la soluzione conciliativa.

COME AVVIENE

Presso gli uffici dell’ATI n°4, o anche delle associazioni dei Consumatori che aderiscono all’iniziativa, o scaricandolo direttamente dal sito web www.ati4umbria.it si potrà richiedere il Regolamento allo scopo predisposto e l’allegata domanda di conciliazione che dovrà essere presentata entro 30 giorni dall’esito del reclamo o dalla mancata risposta nei termini previsti dalla Carta dei Servizi.
E’ stato anche stabilito un valore massimo del rimborso, eventualmente corrisposto, che potrebbe essere quello previsto dall’art. 1.9 della Carta dei Servizi (un limite previsto in molte Commissioni di Conciliazione è di euro 500 per i rimborsi).
Verificata la rispondenza della richiesta ai requisiti richiesti, la domanda verrà esaminata e discussa da una COMMISSIONE di CONCILIAZIONE, formata dal Difensore Civico con funzione di Presidente, da un rappresentante del Sii e un rappresentante di una delle associazioni dei Consumatori, nel tentativo di trovare una soluzione soddisfacente per entrambi.


Commissione di Conciliazione 

c/o A.T.I. n° 4
Via Bramante, 43
05100 Terni
Tel. 0744/611017
Email: consumatori.ati4@gmail.com

Segretario della Consulta dei Consumatori
Segretario Sig. Isoliero Cassetti